Palazzo Albizzini

Il Palazzo Albizzini risale alla seconda metà del XV secolo, ha una superficie totale di 1660 m² ripartita in tre piani ed ha un’impronta rinascimentale di influenza fiorentina.

L’edificio, acquisito dalla Cassa di Risparmio di Città di Castello che ne ha promosso il restauro, è stato poi consegnato in comodato gratuito alla Fondazione. Nell’intervento di restauro del monumento, (curato dagli architetti Alberto Zanmatti e Tiziano Sarteanesi), sono stati adottati accorgimenti che ne hanno consentito il recupero spaziale, e insieme la destinazione espositiva.

La finitura in intonaco di sabbia e calce lucidata alla cazzuola ha donato agli ambienti (precedentemente interessati da ripetuti interventi di riuso) un aspetto omogeneo, arricchito dagli elementi in pietra grigia.

Il Palazzo è oggi sede della Fondazione Palazzo Albizzini Collezione Burri, detta Fondazione Burri, nata nel 1978 per volontà dello stesso pittore Alberto Burri, con una prima donazione di 32 opere.

La Fondazione organizza convegni e conferenze sull’arte antica, moderna e contemporanea, oltre a curare la pubblicazione di cataloghi e l’organizzazione di mostre su Alberto Burri.

Contatti

Palazzo Albizzini
Via Albizzini, 1
06012 Città di Castello (PG)
+39 075 8559848